25° Memorial Mazza – Comunicato n° 11

Allo Stadio Comunale di Treviglio si è svolta la serata conclusiva del 25° Memorial Mazza che, come ormai è consolidata tradizione, ha regalato gol, emozioni e spettacolo: il grande calcio giovanile conferma di trovarsi sempre più a suo agio alla kermesse trevigliese. Le quattro categorie hanno così decretato le rispettive regine.

Gli Esordienti del Sarnico si confermano campioni dodici mesi dopo (è il quarto successo al Mazza) grazie al successo di 1-0 sul volitivo e determinato MapelloBonate; il guizzo vincente nella gara di finale è di capitan Bertazzoli, poi laureatosi capocannoniere con 4 gol in tre gare; la reazione dei gialloblù non si è fatta attendere, ma il collettivo di Chinelli ha dimostrato di meritare la vittoria con una condotta di gara matura e di notevole personalità tattica e tecnica.

Il match Giovanissimi vede prevalere la Stezzanese sull’AlzanoCene: dopo l’equilibrio nei tempi regolamentari, terminati sull’1-1 con le reti del bianconero Gratteri e del rossoblù Bance (che, grazie alla rete decisiva in finale, si porta a casa anche il trofeo di bomber) e il nulla di fatto nei supplementari, si decide ai rigori, come entrambe le precedenti partite di qualificazione dell’undici di Mastropasqua. Questa volta la spunta il team di Mascheretti che vince il torneo per la terza volta su tre partecipazioni con i Giovanissimi della Stezzanese.

Anche per i Pulcini dell’Oratorio Cologno si tratta di una conferma del titolo del 2014 e anche in questa occasione la finalista sconfitta è l’A.C.O.S. Treviglio. Il 4-0 conclusivo (grazie alle reti di Brambilla, Alberido nel primo tempo e di Pelucchi e Foglieni nella ripresa) testimonia il notevole potenziale della squadra di Santinelli che, al Memorial Mazza, chiude con quattordici gol fatti e nessuno subito, lanciando anche Pelucchi, autore di sei marcature complessive, sul trono dei cannonieri.

La finale Allievi si chiude con il trionfo del Genoa, che si iscrive così per la prima volta nell’albo d’oro della competizione, vendicandosi della sconfitta patita in finale con l’Atalanta nel 2008. Al bel gol in avvio del genoano Belloni Urso, fa da eco una veemente reazione nerazzurra, che trova compimento solo a un minuto dalla fine dei tempi regolamentari con il guizzo di Latte Lath, che spinge il match ai supplementari. Quando sembra ormai inevitabile il ricorso ai calci di rigore, è un rimpallo sfavorevole all’estremo difensore nerazzurro (ancora su conclusione di Belloni Urso) a condannare l’Atalanta e ad assegnare il titolo alla squadra di mister Bettella, comunque apparsa la migliore nel corso di tutto lo svolgimento del torneo. Per i bergamaschi la consolazione dell’attaccante Bertoli, miglior marcatore della categoria.

La serata finale – con un picco di 889 spettatori – è stata la degna conclusione di una manifestazione che ha attirato quasi cinquemila persone (4808 per la precisione, nuovo record di pubblico per le edizioni disputatesi su nove serate di gare) e anche la ricca cerimonia di premiazione, con l’assegnazione del Premio Castelli all’arbitro della sezione trevigliese Tonoli e del Premio Luigi Airoldi a Lazzarini, portiere dell’A.C.O.S. Treviglio, oltre alla consegna delle Scarpetta d’Oro.

La soddisfazione del Comitato Organizzatore è tale che, prima ancora di spegnere i riflettori dello Stadio al momento del brindisi di chiusura del 25° Memorial Mazza, si è cominciato a parlare dell’edizione del 2016!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.